#5 atlantidi, identità sommerse

  • Babatwoosh, la sciamana che viene dal cyberspazio

    Alessandro Mezzena Lona, sul suo blog ArcaneStorie.it, racconta la performance di sabato 20 gennaio 2018 al Cavò durante la quale oltre ottanta “devoti” hanno incontrato Babatwoosh, la veggente digitale islandese.

  • Corpi/bodies: Varcare la frontiera al #TSFF29

    Corpi/Bodies è il programma che Varcare la frontiera presenta al 29° Trieste Film Festival a gennaio a Trieste. Un caleidoscopio di connessioni e contaminazioni attorno ai corpi per (ri)discutere e (ri)pensare temi a noi cari come quello delle identità, più o meno sommerse ma sempre diversamente e riccamente plurali.

  • Sfingi arcane

    Dal 11 gennaio al 30 marzo le Sfingi arcane di Leonor Fini, Elettra Metallinò, Nika Furlani, Ugo Pierri e Damir Stojnić al Doubleroom arti visive in via Canova 9 a Trieste.

  • Varcare la frontiera con la storia di D.

    Dal 13 al 28 gennaio 2018 il Cavò di via San Rocco ospita la “Storia di D.”: Diletta Allegra Mazza ritorna a Trieste per parlarci di D., e della sua ricerca della felicità. Un racconto per immagini di un corpo che cambia per far emergere la vera identità.

  • Upgrade your soul!

    Babatwoosh, la veggente digitale proveniente dall’Islanda, per la prima volta a Trieste. Un evento speciale, sabato 20 gennaio 2018 dalle 18 alle 21 al Cavò di via San Rocco.

  • Božo Vrećo in concerto a Trieste

    Giovedì 25 gennaio alle 22 uno degli eventi speciali di Varcare la frontiera al TSFF: Božo Vrećo, il cantante e perfomer bosniaco in un concerto-evento al Teatro Miela a Trieste. Partendo da una tradizione centenaria Božo, con raffinata e intelligente sensibilità, fa varcare molte frontiere e superare molti pregiudizi.

  • Corpi di genere

    Venerdì 26 gennaio 2018 al Ridottino del Teatro Miela a Trieste, un omaggio a Marcella Di Folco, la prima persona transessuale a ricoprire una carica publica al mondo e una serie di riflessioni su corpo, orientamento sessuale e identità di genere. In collaborazione con il MIT di Bologna.

  • Vergini giurate

    Sabato 27 gennaio 2018 alle ore 17 al Ridottino del Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3, a Trieste un incontro per ragionare sulle burrnesha, o vergini giurate: donne che fanno voto di castità e rinunciano alla loro femminilità per godere della libertà e dell’indipendenza, come stabilito dal Kanun, il codice delle più antiche consuetudini e tradizioni albanesi.

  • MarePlurale

    MarePlurale è un fotomosaico composto da 4624 fotografie, risultato di un laboratorio fotografico partecipato che vede protagonisti come fotografi gli/le ospiti delle strutture d’accoglienza a Trieste. Si tratta di un progetto collettivo che crea interazione tra nuovi arrivati, residenti, turisti e passanti per recuperare lo spirito storicamente aperto e cosmopolita di questa città mediterranea.